Maggio 19, 2024

Tutti i numeri del broker IG.com

di Anfyteam.it Mar7,2024

Il broker IG, allo stato attuale, può vantare numeri importanti. Si trova nel mercato globale da più di 45 anni e ha registrato oltre 313.000 clienti all’attivo, con più di 17.000 mercati. Permette di investire attraverso una serie di piattaforme differenti. Analizziamo nel dettaglio i vari servizi che l’intermediario propone.

Su IG è possibile richiedere un conto demo, compilando una scheda coi propri dati. Facendo ciò si hanno a disposizione 30.000 euro virtuali e l’accesso alla IG Academy, pensata per formare ogni tipologia di trader. In questo modo è possibile simulare ogni tipologia d’investimento.

I programmi messi a disposizione, dal broker, sono i seguenti:

  • MetaTrader 4: è possibile sia aprire un conto demo che uno reale, questa piattaforma utilizza in maniera eccezionale tutti gli algoritmi del trading online. Attraverso MT4 è possibile ricevere un’assistenza totale (24 ore su 24), 80 mercati a disposizione, tecnologia superiore con server completi, esecuzione rapidissima e spread dimezzati. I grafici sono completi e personalizzabili, ed è possibile eseguire il trading automatico grazie al programma EA (expert advisor);
  • ProRealTime: un pacchetto di grafici avanzati, con il quale è possibile utilizzare più di 100 indicatori per operazioni di 24 ore su 24. Inoltre è possibile creare i propri algoritmi, seguire i trend e automatizzare le operazioni di mercato attraverso strategie esportate o create da zero;
  • API (Application Programming Interface): permette di avere un’esecuzione più veloce e un controllo totale delle operazioni che si effettuano. Pensato più per i clienti istituzionali, perché si concentra maggiormente sulla codifica di algoritmi, permette di avere accesso al DMA (Direct Market Access);
  • L2 Dealer: con questa piattaforma è possibile operare direttamente sul DMA (Direct Market Access). Viene messo a disposizione il sentiment del mercato, l’accesso alle aste e tutte le domande e le offerte di ogni mercato mondiale. Pensata per i trader più avanzati, che hanno già avuto modo di investire e conoscono tutti i rischi.

Tutte queste piattaforme sono utilizzabili sia tramite computer che attraverso l’applicazione del telefono. Quest’ultima permette di investire in maniera più comoda, perché a differenza di un PC un cellulare può essere portato praticamente ovunque. L’interfaccia è pensata per essere intuitiva e adatta a schermi più piccoli. Questo è il link dove poter vedere tutti i dettagli, compreso il download dell’applicazione.

Formazione di IG

IG offre una formazione senza alcun costo, che permette di avere accesso a:

  • Corsi con video e test di autovalutazione, dov’è possibile apprendere tutti i concetti base sul trading online;
  • Webinar con esperti del settore, dove si parla di strategie di trading e della piattaforma di IG. Vengono pubblicati in un calendario specifico. In questo modo è possibile apprendere anche tutto il glossario che sta dietro il trading online.

Per maggiori informazioni (www.ig.com/it/scuola-di-trading).

Conto professionale di IG

Questa tipologia di conto è pensata per chi arriva a essere un professionista del trading online. Si acquisiscono funzionalità esclusive ma si perdono alcuni vantaggi, andando così incontro a più rischi. Per aprirlo bisogna aver soddisfatto almeno due di tre requisiti:

  • Aver aperto posizioni con numeri 10 volte più grandi, in ogni mese ultimi quattro trimestri (con IG e/o altri broker);
  • Essere in possesso di portafoglio di investimenti (inclusi risparmi liquidi e strumenti finanziari) che va oltre i 500.000 euro (con IG e/o altri broker);
  • Aver lavorato o lavorare nel settore finanziario, in una posizione dov’è un requisito essenziale la conoscenza dei CFD e/o del forex, per almeno un anno.

In questo modo sarà possibile fare investimenti più grandi, con leve finanziarie maggiori, con la possibilità di ricavare di più ma allo stesso tempo di perdere di più. I vantaggi che si vanno a perdere, attraverso l’apertura di questo conto, sono:

  • Protezione conto negativo: mentre un cliente al dettaglio non può mai vedere il conto scendere sotto lo zero, il cliente professionale va in negativo (con conseguente obbligo di versamento);
  • Comunicazione: linguaggio con terminologie più professionali;
  • Esperienza: autonomia nella scelta dei prodotti, senza alcun consiglio del broker;
  • Migliore esecuzione: l’apertura della posizione rimane sempre uguale, tuttavia (se risultano essere più importanti) vengono mostrati prima fattori come la velocità d’esecuzione piuttosto che il prezzo.

Tutti i dettagli possono essere visti qui: (www.ig.com/it/trading-per-professionisti).

Commissioni e Spread

IG permette di investire su più di 17.000 strumenti finanziari diversi, scegliendo alcune soluzioni: Certificati, Barrier e CFD. In queste modalità ci sono strumenti come Turbo24, certificati a leva fissa e covered warrants. Per ognuno di essi i costi possono variare:

  • Turbo24: nessuna commissione e nessun costo overnight applicati;
  • Certificati a leva fissa e Covered Warrants: IG permette di operare con i KID (Key Document Information), attraverso i quali è possibile studiare le caratteristiche di uno strumento, compreso i costi. Scrivendo l’ISIN di un titolo, a questo link, per ogni strumento finanziario si trovano costi e rischi differenti: (sgmarkets.com/public-site/#/priips/kid).

Questo è un esempio, scelto da IG, sul titolo Apple se ci si investe con ogni modalità a disposizione:

Prelevare è gratuito, così come per il deposito, dove viene chiesto un minimo di 1.000 euro per iniziare a investire. Per maggiori informazioni questo è il link (www.ig.com/it/costi-commissioni)

Regolamentazione IG

IG è regolamentato da due autorità: BaFin e CONSOB.

IG rappresenta sicuramente un’ottima scelta, se si pensa alla varietà di opzioni a disposizione. Su Trustpilot ha un voto di 4,1/5.

By Anfyteam.it

Un blog dedicato interamente al trading online, recensioni, notizie, informazioni, consigli, novità e curiosità sul trading CFD, Forex, Azionario, Criptovalute, Materie prime, Indici ed ETF.

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *