Truffe trading online. Ci si può fidare dei broker online?

Oggi online purtroppo ci sono molti broker di trading che sono stati realizzati con lo scopo di ottenere moltissime iscrizione e depositi dei traders, dove una volta raggiunto un buon numero chiudono i conti e spariscono.

È difficile da credere ma ci sono ancora molte persone che riescono a farsi ingannare da questi broker truffa.
Diciamo che è difficile da credere perché oggi con tutta l’informazione che si trova in giro nel web non riusciamo a comprendere come ancora questo può succedere. Sicuramente chi si registra su questi finti broker sicuramente non ha fatto nessun tipo di ricerca.

Noi il nostro contributo lo abbiamo dato pubblicando articoli che parlano di uno dei migliori broker di trading online.

Più avanti vi spiegheremo le caratteristiche che deve possedere un broker online professionale. Ma ora ci teniamo a farvi capire come riconoscere un broker che vi vuole solo truffare.

Apparentemente sono dei broker normali, possiedono gli stessi requisiti di una classica piattaforma. Solitamente non rimangono online per molto tempo e la furbizia degli autori sta nel chiamare i loro broker utilizzando nomi simili ai broker seri e affidabile. In questo modo, dando al broker un nome che a molti può risultare familiare, vanno a confondere gli utenti.

Possiamo dire che si tratta di truffe ben congegnate, però sottolineiamo il fatto che il trader con le dovute precauzioni riesce benissimo a evitare di cadere vittima di questi imbroglioni.

Naturalmente per catturare l’attenzione puntano su pubblicità accattivanti, cercando di colpire i punti deboli degli utenti. Nel caso del trading online fanno leva sul guadagno promettendo che tramite il loro broker i trader riescono a diventare milionari in poco tempo.
Se ti registri da loro otterrai dei bonus e avrai altre mille agevolazioni.

A livello tecnico offrono tutti gli strumenti che possiedono i broker più popolari, ad esempio si può fare trading CFD su azioni, materie prime, valute, criptovalute e via discorrendo. Poi mettono a disposizione piattaforme come MetaTrader4 molto conosciute da gran parte dei trader.

Fino a qui sembrerebbe tutto normale e quindi ci si potrebbe chiedere dove sta la truffa. Quello a cui dovete prestare maggiore attenzione è la società che sta dietro il broker online. In particolare dovete vedere dove è registrata e se possiede le autorizzazioni e le certificazioni.

Solitamente questo tipo di società sono registrate in posti sperduti nel mondo dove hanno dei vantaggi fiscali molto elevati per chi ha intenzione di aprire società in incognito e a basso costo. Sono posti dove la nostra giurisdizione purtroppo non ha potere e quindi chi viene truffato ha poche speranze di recuperare i propri soldi.

Il trader comincia a capire che è stato ingannato in particolare quando vede che la richiesta dei prelievi gli viene negata oppure quando si trova il conto bloccato senza nessun motivo.

Da qui poi scattano le denunce, ma come vi abbiamo appena detto purtroppo non portano a molto perché non esistono ancora delle leggi che tutelano gli utenti in questo tipo di situazioni.

Perciò per evitare tutto ciò affidatevi solo a broker online che sono stati realizzati da società serie e affidabili che possiedono le autorizzazioni e le certificazioni. Ad esempio in Europa devono avere la certificazione rilasciata dalla CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission), in Italia devono essere autorizzati dalla CONSOB (Commissione Nazionale per le Società e la Borsa) e nel Regno Unito dalla FCA (Financial Conduct Authority). Questi sono solo alcuni degli enti regolatori perché variano da paese a paese.
Inoltre sul sito della CONSOB sono presenti tutti i broker online che possono esercitare in Italia.
Su questi broker potete stare sicuri che i vostri dati personali e i vostri soldi sono protetti.