Trading online. La psicologia è importante?

Trading online. La psicologia è importante?

In generale quando si sente parlare di trading online, l’ultima cosa che si va a pensare è la psicologia.
Non tutti riescono ad associare in automatico l’attività di trading con la psicologia, se almeno qualcuno non ce lo fa notare. Alcuni si rendono conto dell’importanza della gestione della parte emotiva solo dopo avere iniziato a investire, hanno l’opportunità di constatare che alla base del loro successo c’è la psicologia.

Vi diciamo questo perché abbiamo appurato che il più delle volte i trader iniziano a investire senza porre nessuna attenzione alle loro emozioni. Questo non va bene perché, soprattutto per chi è alle prime armi, inconsciamente si è condizionati dal sentimento del momento. Ad esempio vi potreste sentire apprensivi, eccitati o turbati.

Più si fa esperienza e più si ha la possibilità di capire che il trading online richiede una forte capacità mentale per dominare le barriere mentali che impediscono al trader di ottenere successo.

Ci sono tanti stati d’animo che più o meno, se non gestiti in modo corretto, condizionano l’andamento dell’investimento che, a causa di questi, il più delle volte finisce male.

Le emozioni nel trading online

Iniziamo con il parlarvi della paura, che impedisce di compiere azioni sconsiderate. Questo da un parte potrebbe risultare positivo, ma dall’altra parte non dovete farvi condizionare tanto dalla paura di perdere perché rischierete di rimetterci ad esempio lasciandovi sfuggire le opportunità di guadagno.

Le emozioni, complessivamente, rendono impossibile qualsiasi decisione, non rendono lucidi. Nel caso vi si materializzasse una buona occasione di guadagno voi, se sarete in balia di qualche stato emotivo, sicuramente non sarete in grado di trarne vantaggio.

Naturalmente la conseguenza è che non si riesce a dare il massimo, lo stress può mettere in crisi e quindi il più delle volte si accumulano fallimenti.

Non vi abbiamo detto la causa scatenante dei blocchi mentali. Essendo il trading un’attività speculativa si mettono a rischio i propri soldi. Il risultato è che nella nostra mente entrano in funzione diversi meccanismi che è fondamentale conoscere per essere poi in grado di affrontarli.

Riprendendo il discorso riguardo alla paura, facendo un esempio pratico, può capitare che si stabilisca uno stop loss molto vicino e quindi si riduce la possibilità di guadagnare un importo maggiore. Un altro rischio è quello di chiudere l’operazione molto presto per paura che possa avvenire un’inversione di tendenza. Il risultato è sempre lo stesso, ovvero da questo tipo di operazioni si riesce sempre a trarre il minimo profitto.

Un altro sentimento è l’avidità, che diciamo è il contrapposto della paura. In questo caso i trader cercano di effettuare ogni tipo di investimento per guadagnare il più possibile. Lo scopo è quello di diventare, in poco tempo, molto ricchi.

Anche chi si fa guidare dall’avidità non riesce a prendere decisioni in maniera lucida. A causa del fatto che vuole tutto e subito, prende per buono ogni minimo spostamento di prezzo che subisce l’asset. Non sa distinguere un buon investimento da uno che non lo è affatto.

Nel trading online è fondamentale la tempistica, ovvero è importante essere in grado di programmare i tempi entro i quali è fondamentale svolgere quell’attività. Il mercato finanziario può cambiare improvvisamente il suo andamento, ma se in precedenza si sono effettuati degli studi e ricerche, aiutandosi ad esempio con l’analisi tecnica e fondamentale, si hanno sicuramente più possibilità di prevedere con più precisione il trend futuro.

Sicuramente non c’è solo la paura o l’avidità, c’è ad esempio l’arroganza e la sfiducia. Qualsiasi stato emotivo può influenzare in modo negativo, però se si impara a gestirli, ad esempio tramite la strategia di trading, sicuramente ne trarrete molto vantaggio.

Non dovete pensare che i trader professionisti sono dei robot, perché anche loro continuano a provare determinate emozioni, ma a differenza di un trader principiante non si fanno condizionare.