Ok da Commissione UE a Grecia e Tap

L’accordo fra la Grecia e la Trans Adriatic Pipeline è stato approvato dalla Commissione Europea, l’accordo prevede che venga portato il gas in Europa con approdo finale in Puglia, tutto il progetto è in perfetta linea con le regole di aiuti di stato dettate dall’Unione.

Il gasdotto sarà lungo circa 900 chilometri e collegherà il campo di Giant Shah Deniz II in Azerbajan all’Italia passando dalla Turchia, poi dalla Grecia, Albania ed infine sotto il mare Adriatico.

Il Commissario Ue alla Competizione, Margrethe Veestager ha dichiarato che il gasdotto Tap riuscirà a portare gas nuovo all’Unione Europea incrementando la sicurezza delle forniture per il sudest europeo.

Oltre questo la Veestager ha dichiarato quanto segue:

“Gli incentivi agli investimenti offerti dal governo greco sono limitati affinché il progetto di realizzi e in linea con le regole sugli aiuti di stato”.

L’accordo con il paese ellenico prevede che Tap utilizzerà un regime fiscale ben prestabilito della durata di 25 anni.

Il consorzio Tap è formato da Enagas, Axpo, la belga Fluxys, BP, Snam e la società di Stato Azera Socar.

Separator image Posted in news.