Telecom italia BUY

Ieri Exane Bnp Paribas ha fatto rientrare Telecom Italia tra le “value trap” portando il target price a 0,38 euro in modo drastico e “severo”. L’impressione di alcuni addetti ai lavori è che dietro la scelta a sorpresa vi siano motivi politici legati allo scontro Elliott-Vivendi. Fare scendere il prezzo ai minimi dal 2013 potrebbe aver fatto scattare degli automatismi per cui Elliott si sia ritrovata a vendere alcune azioni a causa della relazione con JP Morgan e favorendo in futuro i francesi di Vivendi a riappropriarsi del controllo societario. Ricordiamo infatti che ci sono delle clausole per cui se […]

Opa Lactalis

Soglia delisting all’85% per Opa Lactalis

Per quanto riguarda l’Opa del gruppo Lactalis su Parmalat la soglia minima da raggiungere per riuscire a centrare il “”sell out”” e della revoca fissa della quotazione è stata fissata all’85% e non più all’85,5% come era stato comunicato in precedenza. Detto questo a Lactalis basterà raccogliere il 2,34% del capitale di Parmalat per riuscire a delistare il gruppo di Collecchio. A questo punto la Consob ha comunicato che è ripartito il procedimento amministrativo riguardante l’offerta promossa dall’offerente e che questo avrà scadenza il 31 gennaio 2017. Infatti il 21 gennaio scorso Lactalis aveva reso noto che l’autorità di vigilanza […]

banche straniere

Giro di vite su banche straniere

Il Financial Time ha riportato che le banche non europee presenti in terreno europeo si sono viste stringere la presa da Bruxelles in un’azione che potrebbe aumentare i costi per le banche americane ed avere anche un forte impatto sulla Londra del dopo brexit. La Commissione Europea si stà organizzando per presentare e far approvare leggi del tutto simili a quelle che sono attualmente in vigore in America. Leggi che se verranno approvate obbligheranno tutte le banche, oltre quelle americane a mettere da parte un ulteriore somma nell’Unione Europea in modo tale da poter permettere alle autorità europee di poterne […]

russia bilancia commerciale

Cala il valore bilancia commerciale russa

In Russia il valore della bilancia commerciale è sceso in maniera inaspettata lo scorso mese, questo secondo i dati che sono stati divulgati poco fa. La Russian Federation State Committee on Statistics ha ubblicato un report nel quale si evince che il valore della bilancia commerciale russa è calato ad un tasso destagionalizzato annuale di 4,95B dai 6,55B del mese precedente. Gli analisti avevano scommesso per un incremento a 7,22B ma sono stati smentiti.

inchiesta daimler

Inchiesta interna per Daimler

Anche il gruppo Daimler condurrà un’inchiesta interna riguardante il processo di certificazione delle emissioni diesel negli Stati Uniti su richiesta del Dipartimento di Giustizia americano. Per forza di cose il titolo alla Borsa di Francoforte ha subito un forte calo che si è protratto oltre il 7%. Il gruppo tedesco da parte sua ha dichiarato che darà piena collaborazione alle autorità americane e che indagherà su qualsiasi possibile indicazione di irregolarità. Nel mese di febbraio la Environmental Protection Agency statunitense aveva fatto ufficiale richiesta di informazioni a Daimler per chiarire i livelli di emissioni di alcuni modelli di automobili a […]

Portafoglio estero

Aumento portafoglio estero titoli di Stato

Il controvalore del portafoglio titoli di Stato italiani controllati da investitori stranieri nel mese di gennaio è salito. Questo quanto divulgato dai dati contenuti nel Supplemento al Bollettino statistico “Finanza pubblica fabbisogno e debito” che è stato divulgato oggi dalla Banca d’Italia. Nel mese di gennaio il controvalore dei titoli controllati dagli investitori che non risultano essere residenti nel nostro paese risultava essere a 697,228 miliardi di euro rispetto ai 696,139 miliardi di fine dicembre. I calcoli di routers effettuati sui dati divulgati da Bankitalia mettono in luce che la quota dei titoli del debito pubblico italiano che sono all’interno […]

Credit Suisse

Nuovi tagli per Credit Suisse

Oggi è stato comunicato da Credit Suisse Group il piano dei tagli ai costi per circa 850 milioni di Franchi svizzeri messi in campo con lo scopo di velocizzare tutto il piano di ristrutturazione che ha come obiettivo la rivitalizzazione dei profitti. Nel piano dei tagli è compresa anche l’eliminazione di 2.000 posti di lavoro all’interno del settore Global Markets per cercare di affrontare al meglio le condizioni del mercato. In una nota divulgata l’AD Tidjane Thiam ha dichiarato quanto segue: “Oggi vi rendiamo noto l’aumento della riduzione dei nostri costi per l’anno 2018 da 3,5 miliardi di franchi svizzeri […]

Portafoglio esteri

Calo portafoglio esteri

Nel mese di dicembre il controvalore dei titoli di Stato che sono in mano di investitori stranieri è calato. Questo quanto riportato nel supplemento inserito all’interno del bollettino statistico “Finanza pubblica, fabbisogno e debito” divulgato oggi dalla Banca d’Italia. Nel mese di dicembre il controvalore dei titoli risultava essere pari a 696,745 miliardi di euro rispetto ai 716,540 miliardi relativi al mese di novembre. Attraverso i dati di Bankitalia i calcoli fatti da Reuters mettono in luce che la quota dei titoli del debito pubblico italiano che si trovano in mano ad investitori esteri è passato dal 39,6% relativo al […]

Futuro in aumento per economia tedesca

Futuro in aumento per economia tedesca

Secondo quanto scrive il Ministero dell’Economia questo 2016 è un’anno positivo per tutta l’economia tedesca che si mantiene molto solida in un percorso di crescita e tutto questo nonostante le grandi turbolenze venutesi a creare a causa del rallentamento dei mercati emergenti che per forza di cose stanno frenando il settore più importante ovvero quello dell’export. Il portavoce del Ministero ha inoltre dichiarato quanto segue: “Le prospettive di crescita dell’economia mondiale si sono ulteriormente deteriorate nell’ultimo mese, in questo scenario le esportazioni tedesche sono rimaste leggermente depresse all’inizio dell’anno”. Sempre secondo quanto riportato dal Ministero le paure di un rallentamento […]

Ok da Commissione UE a Grecia e Tap

L’accordo fra la Grecia e la Trans Adriatic Pipeline è stato approvato dalla Commissione Europea, l’accordo prevede che venga portato il gas in Europa con approdo finale in Puglia, tutto il progetto è in perfetta linea con le regole di aiuti di stato dettate dall’Unione. Il gasdotto sarà lungo circa 900 chilometri e collegherà il campo di Giant Shah Deniz II in Azerbajan all’Italia passando dalla Turchia, poi dalla Grecia, Albania ed infine sotto il mare Adriatico. Il Commissario Ue alla Competizione, Margrethe Veestager ha dichiarato che il gasdotto Tap riuscirà a portare gas nuovo all’Unione Europea incrementando la sicurezza […]